Meditiamo

Rilassare il corpo, disciplinare la mente e far sorridere il cuore: l’ideatore della Meditazione Moderna ci insegna, passo dopo passo, come entrare in meditazione in meno di un minuto

Meditiamo. Liberiamoci dallo stress

Ansia, paura, sofferenza, timidezza, depressione. Alzi la mano chi non ha mai provato queste emozioni nemmeno una volta. Per intraprendere un percorso di ricerca interiore, minimizzare i disagi e renderci più sicuri di noi stessi in ogni situazione, una mente quieta e un corpo rilassato sono le condizioni indispensabili. Con la meditazione anche le circostanze più difficili e logoranti possono trasformarsi in momenti assolutamente accettabili, addirittura, in alcuni casi, di piacere e appagamento. A patto, beninteso, che la pratica della meditazione si adatti ai nuovi stili di vita.

Attraverso le pagine di questo manuale Alberto Chiara (www.albertochiara.com), ideatore della Meditazione Moderna, con un’esperienza trentennale nella ricerca e nella pratica delle più antiche tradizioni esoteriche e sapienziali, ci illustra come liberarci dallo stress, diventare più consapevoli, esprimere al meglio le nostre potenzialità e intraprendere un percorso di ricerca spirituale nella vita di tutti i giorni.

Come può la meditazione conciliarsi con gli stili di vita dell’epoca moderna?

La meditazione è una pratica che deve entrare nella nostra vita quotidiana per rendere ogni suo momento più armonioso, rilassato, gioioso e appagante. Con la meditazione insegniamo alla nostra mente a non crearci più stati di disagio e questo non solo ci permette di riscoprire il piacere di vivere, ma anche di fare affiorare e sviluppare le nostre innate capacità.

Come fa la meditazione a diventare parte integrante del nostro quotidiano?

Lo scopo della meditazione è dissolvere l’illusione mentale che ci impedisce di percepire la realtà della vita in cui viviamo immersi. Si incomincia a fare dei brevi rilassamenti di appena un minuto, almeno un paio ogni ora, in questo modo il corpo incomincia ad acquisire l’atteggiamento naturale dell’abbandono. Il passo successivo è poi quello di imparare a mantenere questo stato di naturale abbandono anche nell’intervallo tra un rilassamento breve e il successivo. Con la pratica scopriamo che con il corpo rilassato la nostra mente non solo riesce a fare tutto ciò che vuole, ma riesce a farlo molto meglio di prima. Più il corpo è rilassato e più la mente diventa efficiente, efficace accrescendo la sua capacità di concentrazione, memoria, presenza e consapevolezza. Questo accade perché, con il corpo rilassato, la mente non è più impegnata a creare sensazioni e pensieri, e quindi è completamente dedita a fare ciò che noi le ordiniamo. Insegnare al corpo a vivere rilassato è il primo passo per liberarci di tutti i nostri limiti e incapacità e incominciare finalmente ad avere una vita felice e appagante.

In cosa consiste la relazione corpo-mente?

Attraverso specifiche contrazioni del corpo, la mente attiva le memorie di dolore, o memorie emotive, ubicate nei nostri organi vitali, creando così le sensazioni mentali. Tutti i malesseri che percepiamo, di qualunque tipo, sono sensazioni mentali. La mente è la coscienza del corpo, e fino a quando la coscienza del corpo non trascende i confini del corpo stesso, conoscendo se stessa fuori dal corpo, ciascuno di noi è solo coscienza del corpo. La riprova di questo è che il corpo si addormenta e noi non ci siamo più. Il corpo si sveglia e noi torniamo a esserci.

Come nasce un pensiero?

La mente crea prima le sensazioni mentali e solo dopo, sulla loro vibrazione, i pensieri. Sono le sensazioni mentali che permettono al pensiero di prendere forma. La mente non può creare un pensiero se prima non ha creato la rispettiva sensazione. Sia il pensiero che la sensazione che lo ha preceduto sono creati dalla mente attraverso contrazioni del corpo.

Consapevolezza vuol dire conoscenza?

Conoscenza significa acquisire nozioni e informazioni su ciò che appare. La Consapevolezza è la vera intelligenza e significa vedere l’aspetto reale di ciò che appare. Molto spesso la conoscenza, non essendo mai completa, genera solo visioni parziali, frammentarie, limitate, e quindi fuorvianti, che ostacolano il sorgere della Consapevolezza.

Le memorie come e quanto condizionano il funzionamento della mente?

Ogni sensazione di disagio che viviamo ha una sua volontà che entra in conflitto con la nostra volontà. Quando siamo arrabbiati, in ansia, impauriti o intimiditi, pensiamo e agiamo in modo diverso rispetto a quando non lo siamo. Il disagio non solo condiziona il nostro modo di pensare e di comportarci, ma crea limitazioni alle nostre capacità. Tutti i nostri limiti hanno origine dai nostri malesseri emotivi; ecco perché quando in un bambino notiamo delle incapacità e delle problematiche comportamentali, esse ci svelano che il bambino sta soffrendo, e quindi occorre prima di tutto insegnargli a spegnere il suo disagio imparando a vivere rilassato, poiché la mente crea malesseri e incapacità quando è lasciata libera di contrarre il corpo. L’educazione da impartire a un bambino dovrebbe innanzitutto insegnargli a cancellare tutti i suoi disagi e quindi a rimuovere i suoi limiti, e solo dopo trasmettergli la conoscenza.

Com’è, quindi, una mente disciplinata? 

Ogni disagio che viviamo ha una sua volontà, ben distinta dalla nostra volontà. Una mente disciplinata è una mente che ha imparato a ubbidire alla nostra volontà e quindi a disubbidire alla volontà del malessere. Quando disubbidiamo alla volontà di un malessere la sua forza condizionante si dimezza. Una mente indisciplinata è una mente debole, totalmente succube della volontà delle proprie memorie emotive.

Veniamo alle vibrazioni del cuore e a una delle grandi verità. Che cos’è l’amore? Può aiutare a guarire?

L’amore è la sensazione della Consapevolezza, della Vita, di Dio. Consapevolezza, Vita, Dio sono tutti sinonimi della stessa realtà. Quando amiamo entriamo in vibrazione con la Consapevolezza, e la Consapevolezza è un livello di coscienza dove non esiste la separazione, dove tutto è uno. Amando diventiamo un uno con la realtà e con l’oggetto su cui si posa la nostra attenzione. La separazione, il dualismo, il percepire se stessi come individui distinti dagli altri individui è una percezione che appartiene unicamente al livello illusorio della coscienza mentale, poiché nel reale tutto è uno.

L’amore è la vibrazione dei poteri, poiché attrae nella nostra vita le cose, le persone e le situazioni che desideriamo. Per realizzare un obiettivo dobbiamo innamorarci dell’obiettivo, questo ci permette di trasformarci, di vibrare sulla stessa frequenza dell’obiettivo, e quindi manifestarlo nella nostra vita.

L’amore è la vibrazione della conoscenza, intesa come consapevolezza, poiché ci permette di diventare ciò che osserviamo, di conoscere le persone con cui ci relazioniamo e di percepire la realtà in cui viviamo. Avremmo dovuto vivere tutta la nostra vita dedicandoci a far crescere il cuore, poiché è la sua magica vibrazione a donarci ciò che desideriamo.

L’amore è la vibrazione della guarigione. Tutti i più grandi santi e maestri guariscono e fanno i miracoli su questo divino sentire, poiché l’amore è la frequenza da cui nasce e prende forma il manifesto intero nel suo più profondo e perfetto equilibrio. Sono i malesseri creati dalla mente a generare disarmonia, disequilibrio e malattia. Una vita senza il cuore è una vita povera; povera di gratificazioni, povera di gioia, di amicizie, di affetti e conoscenza.

Come fare allora a portare il cuore nella nostra vita, ad attivare in noi questa magica e divina sensazione?

Semplice: la frequenza del cuore si accende in ognuno di noi ogni volta che apprezziamo qualcosa o qualcuno. Se ci dedichiamo ogni giorno a scaricare le nostre sensazioni di malessere e a lasciar crescere in noi questo divino e magico sentire, scopriremo la gioia di vivere e di conoscere la vita.

Che cos’è la meditazione passiva?

La meditazione insegna alla mente a “spegnere” il suo illusorio sogno mentale fatto di pensieri e sensazioni mentali che incessantemente si avvicendano nella nostra coscienza, impedendoci così di percepire e vivere la magnificenza della vita. La realtà in cui viviamo immersi è un miracolo così grande e meraviglioso che il solo osservarla ci porta all’estasi. Nella meditazione passiva fermiamo “il sogno” illusorio della mente ed entriamo in contatto con il divino sentire della vita a occhi chiusi. Nella meditazione attiva, impariamo a spegnere “il sogno” mentale a occhi aperti mentre viviamo la quotidianità.

Può consigliare piccole tecniche tascabili da utilizzare nei momenti di difficoltà per rilassare il corpo, disciplinare la mente e far sorridere il cuore?

Nei miei corsi e anche nei miei video su youtube e Instagram insegno a fare dei brevissimi rilassamenti che durano meno di un minuto. Se ci discipliniamo facendone almeno due ogni ora, accade che la mente si abitua a vivere con il corpo rilassato. Ecco che non appena ci troveremo a vivere un disagio ci basterà portare l’attenzione sul corpo e immediatamente la mente farà cessare quello stato di ansia, paura, collera o malessere. Insegnando alla mente a spegnere il dolore, le nostre innate potenzialità inizieranno a manifestarsi in noi e il cuore incomincerà a crescere spontaneamente trasformando la nostra vita in un’avventura divina e meravigliosa da assaporare ogni giorno di più.

È questa la sua Meditazione Moderna?

Sì, e ha lo scopo di accompagnare le persone in questo percorso di trasformazione di se stesse e della loro vita, con incontri settimanali online della durata di un’ora e mezza per circa una decina di mesi. È un percorso meraviglioso, coinvolgente e, devo dire, anche molto divertente e appassionante, poiché le persone assistono a un radicale cambiamento di se stesse e della propria vita già dai primi incontri. Nei miei corsi, fin dai primi giorni di pratica, le persone vedono progressivamente ridursi i malesseri emotivi con cui da sempre sono state obbligate a convivere come ansie, paure, rancori, timidezza, e assistono all’affiorare in loro di capacità che mai hanno lontanamente immaginato di possedere. Settimana dopo settimana, la loro personalità emotiva e insicura lentamente lascia il posto a una personalità sempre più calma, rilassata, gioiosa, sicura e padrona di se stessa. Non è la panacea o il paese di Bengodi, sia ben chiaro, come ogni percorso importante che ci conduce a risultati importanti, occorrono impegno, dedizione, passione, perseveranza, disciplina, qualità che non occorre possedere poiché verranno trasmesse nel per-corso di Meditazione Moderna.

 Meditiamo. Liberiamoci dallo stress

Alberto Chiara

Hermes Edizioni

Pagine 236 € 21,50